rotate-mobile

VIDEO | L'ululato dei lupi: la voce del branco nella notte casentinese

In copertina uno dei video realizzati dal sistema di fototrappole installate all'interno del parco delle foreste casentinesi

C'è chi le definisce delle melodie e chi invece, ogni volta che li avverte nella notte, non manca di provare un brivido di paura. L'ululato del lupo è tra i suoni della natura che più di molti altri possiede una sua specifica musicalità e allegoria. Nel video di copertina, grazie al supporto di alcune fototrappole, è stato immortalato un branco di lupi all'interno del Parco delle Foreste Casentinesi intenti a ululare. Uno spettacolo unico che ha pure un suo significato specifico. 

"L'ululato - spiegano dall'ente parco sui social - è solo una delle tante sfumature di segnali acustici che i lupi sono in grado di emettere, come ad esempio guaiti e uggiolii. Queste vocalizzazioni permettono loro di relazionarsi con gli altri membri del branco, identificandosi e indicando la propria posizione (comunicazione su lunga distanza). Le stesse sono inoltre utilizzate in situazioni di concitazione pre-caccia o per marcare il territorio del branco di appartenenza, avvertendo eventuali branchi vicini e scongiurando così eventuali spiacevoli incontri. Sessioni di ululato particolarmente frequenti si possono udire nel periodo precedente a quello degli accoppiamenti (febbraio/marzo), con lo scopo di ricerca di un partner, e nel periodo estivo, quando gli adulti comunicano con i cuccioli, lasciati alle tane perché troppo piccoli, mediante richiami ben riconoscibili".

Video popolari

ArezzoNotizie è in caricamento