rotate-mobile
Teatro Laterina / Via San Giuseppe, 32

"Ponti di vista": ecco la stagione teatrale di Laterina. Il programma completo

La stagione prevede anche tre sezioni speciali realizzate in collaborazione con le realtà locali: l’associazione dei Presepi di Laterina, la filarmonica Santa Cecilia e la compagnia teatrale Monti in Laterina

Sabato 18 novembre si apre la stagione 2023/2024 del Teatro Comunale di Laterina con lo spettacolo “Un, due, tre...trio! ”, omaggio al trio Marchesini, Lopez, Solenghi messo in scena dalla compagnia SilenzioAssenzio, con la regia di Marco Cucciniello. Lo spettacolo ripercorre alcuni degli sketch più divertenti del trio; da uno studio televisivo degli anni ’80 vanno in onda telegiornali, trasmissioni, interviste, pubblicità e telenovela. Per la gioia dei telespettatori, ai quali salirà improvvisamente il proprio indice di ilarità, non tutto filerà per il verso giusto...il divertimento è assicurato! “Ponti di Vista” è il nome che il direttore artistico Riccardo Vannelli ha scelto per il cartellone del Teatro Comunale di Laterina; realizzata in collaborazione con il comune di Laterina Pergine, la stagione Valdarno sarà un susseguirsi di spettacoli ed eventi che ci accompagneranno fino a maggio 2024 ed è ricca di suggestioni in grado di conciliare l’impegno civile, l’approfondimento di temi della storia recente, ma anche l’intrattenimento e uno sguardo sorridente alla realtà dei giorni nostri; un disegno di ampio respiro, con proposte diverse tra loro, ma tutte riconducibili a un progetto culturale unitario sotto il segno della qualità. Nelle 11 date presenti nel cartellone, come meglio dettagliato al termine del comunicato, da novembre a maggio si avvicenderanno sul palco artisti e compagnie provenienti da molti luoghi diversi del nostro paese e non mancheranno realtà artistiche del territorio. La stagione prevede anche tre sezioni speciali che saranno realizzate in collaborazione con le realtà locali: l’associazione dei Presepi di Laterina, la filarmonica Santa Cecilia e la compagnia teatrale Monti in Laterina.

La stagione nel dettaglio

Sabato 18 novembre – "Un, due, tre ... trio" (dagli sketch del trio Marchesini, Lopez, Solenghi) regia di Marco Cucciniello produzione SilenzioAssenzio Da uno studio televisivo degli anni ’80 vanno in onda telegiornali, trasmissioni, interviste, pubblicità e telenovela. Per la gioia dei telespettatori, ai quali salirà improvvisamente il proprio indice di ilarità, non tutto filerà per il verso giusto.

Sabato 2 dicembre – “Calvino 100” Petralana "Oggi cadono le foglie" concerto spettacolo tratto da: “Il barone rampante di Italo Calvino” con Tommaso Massimo e Marco Gallenga Uno spettacolo pensato in chiave acustica, in cui Tommaso Massimo (Voce e Chitarra) e Marco Gallenga (Violino) raccontano alcuni momenti della vita del protagonista Cosimo Piovasco di Rondó, il ragazzo che salì sull'albero per non scendere più.

Sabato 20 gennaio – "INattesa, di un responso medico, di un figlio, dell’imprevedibile giostra tra la vita e la morte". Regia Barbara Petrucci di Elisa Fini e Barbara Petrucci con Elisa Fini produzione Diesis Teatrango I momenti brutti, impossibile e neanche giusto dimenticarli, arrivano per cambiarci la vita. Un tuffo nella testa in tempesta di una donna durante una situazione inattesa, un susseguirsi di pensieri senza filo temporale, che cavalcano l’onda dei ricordi più disparati, dalle telefonate alle cabine telefoniche da ragazzina, al post intervento su un letto di ospedale. Il tutto per poter vivere e superare quella paura che troppo spesso impedisce di agire, di volerci bene, di prenderci cura di noi stessi. Seguirà il monologo “Stavo per morire dal ridere” di e con Andrea Roselletti.

Sabato 27 gennaio – “Giornata della memoria” "I giusti, il coraggio di essere uomini" con Alessandra Bedino e Alessandro Moretti alla fisarmonica autori vari produzione Interno 12 Giusti tra le Nazioni sono i non ebrei che durante la Shoah salvarono anche un solo ebreo dalla deportazione e dalla morte, rischiando la propria vita e senza trarne alcun vantaggio personale. Lo spettacolo, attingendo a materiali storici diversi, cuce insieme frammenti di vite, episodi e testimonianze che dialogano con la musica della fisarmonica, in una narrazione che parlandoci del passato adombra un presente che ci vede tutti coinvolti nella responsabilità verso l'altro.

Sabato 10 febbraio – “Giorno del ricordo” – "Al di là del filo spinato" - reading sulle vicende e gli uomini che vivevano al campo di Laterina produzione Dritto e Rovescio. Il campo di Laterina e il suo legame sul territorio, racconti di vita di esuli, diventati poi parte attiva della comunità, tratti dal libro curato da Rosetta Roselli narrati sul palco da Annachiara Fabrizio per il giorno del ricordo nel luogo che ha ospitato uno dei campi più importanti d’Italia dalla seconda guerra mondiale fino agli esuli tunisini e che ha visto il suo periodo più importante nel esodo istriano, dalmata, giuliano.

Sabato 24 febbraio – Pure imagination, la magia dell’arte circense a teatro scritto, diretto e interpretato da Lorenza Boldura in arte Lory Bold. Uno spettacolo visuale ricco di poesia che si affida al linguaggio universale della mimica per parlare ad un pubblico di tutte le età. Una performance per sognatori dove luci, bolle di sapone, marionette e tanto altro creano un mondo magico.

Sabato 9 marzo – L’approdo - video racconto basato sulla Graphic Novel di Shaun Tan musiche originali di Orio Odori, Damiano Santini e Robert Davidson con Orio Odori clarinetto, Damiano Puliti violoncello e Alessandra Garosi pianoforte produzione Harmonia Ensemble. Due artisti: il fumettista australiano Shaun Tan e il pittore ungherese Karl Stengel, di forme espressive diverse, ma legati dalla drammatica esperienza dell’emigrazione, vissuta in prima persona da Stengel o raccontata a Tan dai genitori malesi. Lo spettacolo è un concerto di suoni e immagini, un viaggio emotivo e sensoriale, che trae la sua forza espressiva dai racconti di vite dove la strada diventa percorso. Interiore, reale o immaginario che sia.

Venerdì 22 marzo - “Giornata Mondiale del Teatro” Se una sera d'inverno un attore totem letterario dedicato a Italo Calvino regia Riccardo Vannelli produzione Dritto e Rovescio. Italo Calvino e il suo pensiero, con Palomar l’autore ci dà spunti per guardare la realtà da un angolo focale diverso e più alto dove la descrizione di un momento diventa storia su cui riflettere, in una sera d’inverno un viaggiatore, specie nel primo capitolo ci spiega quella che secondo lui è l’approccio ricreativo verso la lettura, le stesse tematiche che chi si cimenta al teatro studia per arrivare a una narrazione diretta attraverso i personaggi interpretati di fronte ad un pubblico; perfetto per celebrare la GMT.

Sabato 6 aprileLa commedia delle facce di Uberto Kovacevich con Marco Benelli, Uberto Kovacevich, Carlotta Mangione, Giulia Rupi, Riccardo Valeriani produzione Libera Accademia del Teatro. Ambientato in una città toscana del XVI secolo la piazza centrale è il luogo in cui si muovono vari personaggi e dove si intrecciano storie, nascono rivalità, si ordiscono congiure. Il tema è sempre lo stesso, l'amore... per il quale tutto è consentito: la truffa, la burla, le bastonate e l’immancabile travestimento. Il giovane innamorato cercherà di conquistare il cuore della bella Signora, prima con la dolcezza, poi con l’astuzia. Forse non avrà molto successo e sarà l’involontario protagonista di innumerevoli figuracce. Ma in ogni modo una cosa è certa, ci saranno risate e lieto fine per tutti.

Sabato 27 aprile – La vita che vi devo di Alessandro Giuseppe Tedesco regia Manola Rosadini con I Prestavoce produzione Associazione Culturale Paro Paro. La commedia affronta il tema della vita come relazione genuina, che diventa spazio di cura della sofferenza dell’altro e di relazione con il proprio talento, affinché questo dono non rimanga colpevolmente inespresso. Se non vivi la tua vita qualcuno la vivrà al tuo posto e non ti potrai lamentare: “La vita è il dono originario che determina un debito incancellabile. Se non vivi il dono originario non ci può essere condono”.

Sabato 11 maggio – Icd, la morte vi colpirà ridendo da “Invito a cena con delitto” di Neil Simon regia e adattamento teatrale Riccardo Vannelli produzione Dritto e Rovescio. ICD invito a cena con delitto versione teatrale del film cult degli anni settanta. I 5 detective più bravi al mondo invitati tutti a cena da un eccentrico milionario dovranno risolvere un delitto ancora da compiere. Lo spettacolo si snoda in 2 parti una video, un vero e proprio film rigirato da nuovo, e una recitata live. Tra colpi di scena e risate la morte potrebbe, forse colpire qualcuno in scena, ma come in tutti gialli la verità verrà solo alla fine.

Il Teatro Comunale, inaugurato nel 2013, si trova incastonato nel centro storico del paese medievale di Laterina, ha 119 posti, ed è strutturato in modo da permettere un’ottima visibilità sia dalla platea che dalla galleria. In gestione a Dritto e Rovescio APS dal 2016, propone spettacoli di Prosa, Drammaturgia Contemporanea, Eventi, Concerti, Teatro del territorio, Danza, Spettacoli per Bambini, Laboratori teatrali. Dritto e Rovescio APS – Via De’ Pazzi 5 – 52028 Terranuova Bracciolini (AR) Contatti: mail info@drittoerovescio.net – cell. 3382715639 – whatsapp 3917333230.

PONTI di VISTA stagione teatrale Laterina 2023-2024

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Ponti di vista": ecco la stagione teatrale di Laterina. Il programma completo

ArezzoNotizie è in caricamento