rotate-mobile
Mercoledì, 19 Giugno 2024
Salute

Pagamento del ticket sanitario: cosa cambia dal 1° settembre

Come disposto da una delibera regionale, sarà possibile pagarlo solo nelle farmacie che aderiscono al circuito pagoPa

L'Asl Toscana Sud Est informa che a partire dal primo settembre, come disposto da un’apposita delibera regionale, sarà possibile pagare il ticket solo nelle farmacie che aderiscono al circuito pagoPa.

Per il circuito pagoPA dal sito web https://www.pagopa.gov.it si accede alle informazioni governative dove è possibile vedere i canali di pagamento abilitati. 

Oltre ai canali bancari e on line è possibile effettuare il pagamento anche presso bar, edicole, farmacie, ricevitorie supermercati e tabaccherie convenzionati che espongono il logo pagoPa.

Dal 1 settembre, quindi, per il pagamento dei ticket sarà possibile continuare a utilizzare gli ordinari canali di pagamento di seguito elencati:

1) Totem riscuotitori PuntoSI' situati nei nelle strutture sanitarie

2) front office CUP aziendali

3) circuito pagoPA utilizzando il bollettino analogico al seguente indirizzo https://www.pagopa.gov.it dove è possibile vedere i diversi canali di pagamento abilitati. 

4) piattaforma regionale IRIS Rete alla pagina https://iris.rete.toscana.it/public/, oppure l'App Toscana Salute

5) sportelli della Banca Monte dei Paschi di Siena, presentando il codice di pagamento IUV riportato nell’intestazione del foglio di prenotazione o attraverso gli sportelli automatici (ATM MPS).

“Una novità - dichiara il Antonio D’Urso direttore generale della Asl Toscana sud est - che ha l’obiettivo di rendere più efficiente e trasparente il pagamento del ticket, per il quale, naturalmente, sarà possibile continuare ad  utilizzare gli ordinari canali di pagamento. Si potranno verificare degli inconvenienti iniziali ma assieme al circuito delle farmacie stiamo lavorando per mettere a regime questo percorso in tempi molto rapidi. Nelle prossime settimane in accordo con le farmacie e le associazioni di categoria competenti monitoreremo la situazione per garantire il corretto funzionamento del nuovo sistema ed intervenire se ve ne fosse necessità.”

Dal canto suo Federfarma Arezzo che rappresenta le circa 100 Farmacie Private e circa 10 Farmacie Pubbliche (quelle di AFM) aderenti della nostra Provincia, attraverso le parole chiarificatrici del presidente Roberto Giotti tiene a precisare che "le nostre Farmacie continueranno a fornire con la consueta precisione e affidabilità professionale la gestione di tutte le prenotazioni Cup sia per le analisi cliniche che per le visite specialistiche ospedaliere come ormai fanno di consueto già da diversi anni capillarmente sul territorio. Quindi per i pazienti non ci sarà nessuna difficoltà  di prenotazione in base alle disponibilità delle liste di attesa. Unica differenza sta nel fatto che le Farmacie dal primo settembre, in base alla recente Delibera Regionale potranno far pagare e riscuotere i  ticket  Cup solo attraverso il sistema elettronico  PagoPA  e non più in contanti come prima. Proprio per questo Federfarma Arezzo sta operando con sollecitudine con i gestori del sistema Pagopa per far sì che entro il mese di settembre  la maggior parte delle Farmacie che rappresenta siano in grado di poter riscuotere il ticket  Cup attraverso il sistema digitale PAGOPA”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Pagamento del ticket sanitario: cosa cambia dal 1° settembre

ArezzoNotizie è in caricamento