rotate-mobile
Attualità

Un'aretina premiata a Londra e Milano per l'immagine di Ferrari nel mondo

Simona Franci ha conquistato due tra i più prestigiosi riconoscimenti internazionali nel campo dell'architettura e del design. Lavora a Roma, progetta in tutti i continenti ma vive ancora in centro ad Arezzo: "La cosa più bella di questo lavoro è il senso di libertà"

E' aretina, non guida una Ferrari ma ne veicola l'immagine in Italia e all'estero. E pochi giorni fa si è aggiudicata due dei premi internazionali più ambiti e prestigiosi nel settore del design: SBID Awards 2023 per il Best Retail Design e RBM Awards 2023 per il miglior Design Concept, entrambi per l'immagine architettonica di Ferrari nel mondo. Le cerimonie si sono svolte il 3 novembre al The Landmark Hotel di Londra e il 14 novembre al Museo nazionale di scienza e tecnologia (Must) a Milano.

Architetto, designer, Simona Franci lavora a Roma con Fortebis, società di progettazione e consulenza globale che offre servizi integrati di architettura, ingegneria e project management, con più di 1.800 progetti realizzati a tutte le latitudini. Dal 2008 ha la direzione artistica dell'immagine corporate della casa di Maranello e i riconoscimenti ricevuti sono una conferma d'altissimo livello della bontà delle sue opere.

"Sono emozionata - ha scritto in un post su instagram. Abbiamo vinto il Best Retail Design e il Best Design Concept, premi molto importanti alla cui selezione hanno partecipato studi professionali da 92 paesi di tutti i continenti. Sono assegnati dalla Society of British & International Interior Design di Londra, dopo un'attenta valutazione dei migliori progetti che coniugano qualità estetica e funzionalità, proponendo soluzioni architettoniche innovative. E' un traguardo straordinario e sono felice di condividere questo grande risultato con tutto il team, con Ferrari, con i rivenditori e i clienti che in questi quindici anni hanno condiviso con noi un viaggio unico e incredibile, coronato da tanti successi. Grazie".

simona franci sbid awards 2023 ferrari

E adesso? Con quale spirito ci si rimette in moto dopo una soddisfazione del genere?

"Con lo stesso entusiasmo di sempre. Stiamo sviluppando idee che mi e ci appassionano. Il 2024 sarà dedicato al retail e alla creazione di nuove esperienze di hotellerie, anche per alcuni dei più noti brand internazionali di moda. Ai professionisti più giovani che collaborano con noi dico sempre che un lavoro come questo deve essere immaginato in scala mondo, non importa dove sei nato o dove risiedi. Chiunque può fare tutto, abbiamo un raggio d'azione sconfinato e un enorme senso di libertà. E' la cosa più bella. Io vivo ancora ad Arezzo, in studio a Roma vado due o tre volte a settimana ma questo non mi impedisce di progettare negli Stati Uniti o in Giappone".

Già, Arezzo. E' qui che tutto è cominciato ed è qui che si può crescere ancora.

"Ho fatto tante esperienze all'estero ma ho scelto di abitare in centro. La tranquillità e la bellezza che trovo nella piccola dimensione della mia città è perfetta per uno stile di vita dinamico come il mio. E confesso che Arezzo ho imparato ad apprezzarla con il tempo, con gli occhi degli altri prima ancora che con i miei".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Un'aretina premiata a Londra e Milano per l'immagine di Ferrari nel mondo

ArezzoNotizie è in caricamento