rotate-mobile
Attualità Palazzo del Pero / Località Il Torrino

Mister X si aggiudica Il Torrino: l'ex ristorante assegnato per 210mila euro

L'immobile è stato battuto all'asta nei giorni scorsi. Individuato l'aggiudicatario che, entro 120 giorni, dovrà provvedere al perfezionamento della procedura saldando quanto offerto

Un aggiudicatario per il fu ristorante Torrino c'è ma, per diventare proprietario, dovrà provvedere al saldo del prezzo battuto, attendere la firma del giudice sul decreto di trasferimento e, infine, fare un passaggio dal notaio. Burocrazia, per nulla banale, ma necessaria alla formalizzazione di un atto di compravendita che culminerà, potenzialmente, con la riqualificazione di uno degli immobili simbolo della città.

L'ex ristorante, inerpicato sulle colline che dominano la parte sud ovest del territorio municipale, dal 2015 aveva chiuso i battenti. Due anni più tardi aveva preso il via la procedura giudiziaria che ha portato alla sua messa all'asta. Dopo alcuni tentativi andati a vuoto, negli scorsi giorni è stato individuato il soggetto che con un'offerta di circa 210mila euro si è aggiudicato l'edificio. Poche decine di migliaia di euro in più della base di partenza - 167.400 euro il prezzo minino - di un'asta che avrebbe visto più intermediari "darsi battaglia" per fare proprio un immobile il cui valore è stimato in circa 800mila euro.

Come detto sull'intera operazione vige il massimo riserbo. Un obbligo di legge oltre che una cautela più che comprensibile. Il nome della persona, o realtà societaria, che si è aggiudicata l'assegnazione non è noto e non lo sarà fino all'espletamento delle procedure sopraelencate (per le quali avrà tempo 120 giorni) che lo renderanno ufficialmente proprietario dell'immobile.

Il Torrino era stato aperto nel 1971. Gestito dalla famiglia Drago, per decenni ha rappresentato uno dei punti di eccellenza della ristorazione aretina diventando luogo di riferimento per ricevimenti di nozze, pranzi e cene d'affari e luogo di ritrovo per i big dello sport. Sulle sue sedie si sono seduti, tra gli altri, Diego Armando Maradona, Arrigo Sacchi, Trapattoni, Sacchi, Ancelotti. Un edificio maestoso che nel tempo ha subito anche l'assalto di vandali e ladri che, in più circostanze, erano riusciti a introdursi all'interno della struttura. Per questo luogo, caro a tanti aretini, si è dunque aperto un nuovo capitolo che, come facile intuire, potrebbe prevedere il ritorno della struttura tra le realtà dell'accoglienza e ristorazione.

L'ex Torrino aggiudicato all'asta: le immagini

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Mister X si aggiudica Il Torrino: l'ex ristorante assegnato per 210mila euro

ArezzoNotizie è in caricamento